Europa Ludica

Quella Europa dei popoli che si desidera nei principi teorici si attuerebbe molto più concretamente con scambi culturali ed un turismo ludico che porti le persone di varie origini a giocare insieme in un contesto di giochi senza frontiere non guardati alla TV, ma attuati direttamente nei vari paesi.



Europa Ludica è una ipotesi progettuale legata al Centro Ludico Italiano, mirata a diffondere in tutta Europa le realtà ludiche di ogni paese e favorire positivi scambi culturali tra i popoli.

Aprire le porte ai giochi stranieri, conoscere giardini, giochi, musei e parchi ludici dei vari popoli, promuovere un turismo ludico, divertirsi e giocare insieme è il più semplice ed immediato processo di integrazione ed intesa tra culture diverse.


Strutture ludiche Internazionali

Dovrebbe nascere in ogni nazione un “Centro di Cultura e Promozione Ludica”, questo può essere una agenzia centralizzata preposta a raccogliere e diffondere tutte quelle conoscenze ludiche che gli giungono dalle singole agenzie nazionali in un sistema di collegamento mirato a formare una unica rete ludica europea aperta a tutti ed a tutte le realtà economiche e sociali; poi in estensione planetaria tale centro potrebbe ampliare il proprio campo d’azione a giochi e popoli di tutta la terra.

Questo unisce interessi ideali ed economici:

  • di tutte le associazioni ludiche europee;
  • delle ditte produttrici di giochi o realtà varie collegate al gioco;
  • dei gestori di parchi-gioco o parchi e giardini pubblici;
  • delle agenzie turistiche e pro loco;
  • delle istituzioni nazionali quale elemento di integrazione positiva tra i popoli.

Le finalità di una tale organizzazione possono essere:

  • aprire canali di comunicazione per conoscere i Parchi, i Festival, le Feste, le Fiere, i Musei ed ogni realtà a carattere ludico di ogni nazione. (Si deve conoscere come si gioca in Italia, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, Polonia, ecc;)
  • espandere e diffondere i giochi di qualità sia in scatola che di legno;
  • valorizzare le ludoteche quali scuole di gioco per le persone di tutte le età e far diventare più ludica la scuola;
  • diffondere nuovi giochi e far diventare più ludici i giardini, i parchi, le città, le piazze, i locali pubblici;
  • incentivare una economia giocosa fatta di turismo ludico e di apertura di mercati verso i giochi stranieri specie se di qualità;
  • incentivare i Ludobus che devono passare più spesso i confini di stato.